Hai mai visto una laguna rosa? Se non ti è mai capitato di assistere a questo spettacolo della natura devi assolutamente vedere Las Coloradas in Messico!

È stata una tra le più belle esperienze del mio viaggio.Pronto a scoprirla insieme a me?

Las Coloradas Messico

Las Coloradas: il Messico che sorprende

Oggi ti porto sulla costa settentrionale della penisola dello Yucatan sul tratto di terra che separa il Golfo del Messico dalla laguna Rio Lagartos.

Per raggiungere questo luogo incredibile da Playa del Carmen ci sono due modi: in auto o in pullman.

Io ho scelto il pullman di quelli piccoli da dodici posti, che in 3 ore mi ha portato a destinazione.

Percorrendo la nuova autostrada inaugurata da poco che taglia la foresta circostante, qualcosa attira la mia attenzione: delle reti a forma di tunnel che sovrastano la strada come un ponte sospeso.

Incuriosita, chiedo alla guida a cosa servissero quelle reti che, ho notato, si susseguono a distanze regolari.

Lui mi risponde con un sorriso nel suo spanglish:

“Servono per far attraversare le scimmie! Invece i tunnel sotterranei sono per i giaguari…”

E mi indica un cartello ai margini della strada.

Avrei pagato oro pur di vedere quella scena!

Il viaggio on the road è trascorso nella trepidante attesa delle scimmie sulle reti, purtroppo senza successo.

A un certo punto, uscendo all’autostrada, il pullman prende uno sterrato e mi ritrovo in una piana desolata.

Ci siamo, penso tra me e me, in cerca di un indizio rosa.

Mi guardo intorno e vedo solo terra e polvere ma sulla sinistra all’orizzonte, intravedo i primi cumuli bianchi di sale.

Ancora qualche metro e vedo l’immensa distesa d’acqua rosa che ruba la scena all’arido paesaggio circostante.

Un contrasto di colori pazzesco: quelli tenui e chiari della terra che si mescolano a regola d’ arte con quelli pastello dell’ acqua e del cielo.

Qui la natura si è divertita a stravolgere ciò che per noi rappresenta la normalità giocando a rimescolare i colori.

Dal bianco del sale al rosa dell’acqua al blu del cielo: un quadro di rara bellezza.

L’ho ribattezzata il Salar de Uyuni del Messico per gli spazi sconfinati in cui il bianco accecante della terra rende difficile tenere gli occhi aperti.

Non sono ancora abituata a questa rivoluzione naturale nè credo mi abituerò mai ai capolavori della natura!

Arrivo a Las Coloradas

Penso questo quando il pullman si ferma: sono arrivata.

Un vento caldo avvolto da un silenzio solenne mi dà il benvenuto in questo luogo incontaminato dove passeggiano pochissimi turisti.

Bingo!

Ho scovato un posto ancora non inflazionato e mi sento al settimo cielo…mi viene subito da correre in direzione dell’ ingresso perché voglio camminare in quel lembo di terra che separa le acque.

A destra la laguna rosa, a sinistra quella verde e al centro una lunga linea bianca che si perde all’orizzonte.

Las Coloradas

Sembro una bambina che corre per entrare al Luna Park!

Solo la vista di questo paesaggio basta a farmi sentire felice…

Non esistono parole adatte per descrivere la magia di Las Coloradas, un posto che sembra uscito da una favola così fuori dall’ordinario che quando arrivi stenti a credere allo spettacolo davanti ai tuoi occhi.

Nessuna guida le dedica l’attenzione che merita e forse questa è una gran fortuna, tutto sommato…

Curiosità su las Coloradas

Ecco tre curiosità su questo spettacolo della natura:

  1. Non si può entrare nella zona con una macchina fotografica a meno che tu non sia un fotografo professionista.
  2. Il biglietto di ingresso costa 50 pesos e puoi passeggiare all’interno della salina per una mezz’oretta abbondante. Con un piccolo supplemento puoi anche salire sulla torretta per fare foto super panoramiche
  3. Il caratteristico colore rosa, mi viene detto, è dovuto alla presenza di artemie saline, minuscoli crostacei che contengono betacarotene, la sostanza che colora l’acqua.

Due passi in Paradiso

Una volta entrata mi ritrovo a calpestare i sassolini bianchi della larga strada strerrata che passa e divide il paesaggio a metà, riuscendo a malapena a tenere gli occhi aperti per il riverbero.

Mi siedo su un cumolo di terra restando in silenzio a farmi accarezzare dal vento, mentre gli occhi non riescono a staccarsi dall’acqua rosa nella quale si specchiano le grandi nuvole bianche che smorzano il blu del cielo.

La guida mi richiama, è ora di proseguire il viaggio verso il Rio Lagartos a caccia di coccodrilli, fenicotteri e aquile di mare.

Ma questa è un’avventura a parte.

Segnati Las Coloradas per viverti un’esperienza indimenticabile in uno dei luoghi più incredibili del Messico.

La conoscevi? Cosa ne pensi?

Un abbraccio

Veronica

Condividi

8 COMMENTS

  1. Avevo messo in lista questo luogo, scoperto per caso online mentre cercavo foto della zona di Rio Lagartos da far vedere a mio marito (per dargli un’idea di dove volevo andare), per il mio prossimo viaggio in Yucatan… adesso ho ancora più voglia di vederlo dal vivo! Grazie anche per le curiosità extra… i tunnel per l’attraversamento delle scimmie sono una chiccha, sarebbe troppo divertente vederle 😀

    • Hai avuto un intuito formidabile e spero che tu possa vedere dal vivo questo spettacolo della natura e anche le scimmie che attraversano la strada sulle reti!
      Mi raccomando il giorno che deciderai di andare dai un’occhiata alle previsioni e scegli un giorno di sole, al massimo leggermente nuvoloso, altrimenti il rosa della laguna sarebbe offuscato dal grigiore del cielo…per godere a pieno di questi colori surreali è molto importante che il meteo sia dalla tua parte!
      Un abbraccio e fammi sapere quando andrai❤

  2. Primo sono felice per averti ritrovata, secondo sono senza fiato dinanazi a tanta bellezza!! altro che Kapo Nord, quel mare rosa è il paradiso!!!!!

    • A chi lo dici Vittoria😍…sono certa che anche Capo Nord abbia il suo fascino e non vedo l’ora di scoprirlo attraverso la tua “penna” …un super abbraccio e a prestissimo 🌹

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.